Gilo, insediamenti israeliani

 

 

Disegni

 

Amira Nasser

Boris Hanania

Mirna Abu Jbara

Reda Ammar

Sail Mondel

Silina Bandal

Virna Jaish

Zina Hamad

 

 

Scheda

 

L’insediamento ebraico di Gilo, costruito nel 1970 su terreni palestinesi confiscati dopo la guerra del 1967, sorge su una collina nei pressi di Betlemme. Popolato da circa 30 mila coloni è in progressiva espansione territoriale. Come gran parte delle cosiddette “colonie” sorge su terra confiscata “a scopo di sicurezza” o dichiarata terreno demaniale da Israele.

 

 

Tra il 1993 e il 2000 il numero di coloni negli insediamenti è salito da 110.000 unità a 195.000.

 

 

Gli insediamenti, vietati dalle leggi internazionali, sono promossi da Israele con agevolazioni economiche e protetti dall’esercito. Sono collegati fra loro da strade per soli coloni e soldati, vietate ai palestinesi.

 

 

Le colonie, che sono almeno 150, hanno comportato la confisca e la distruzione di migliaia di ettari di terra coltivata dai palestinesi e comportano, per la loro distribuzione sul territorio, la separazione geografica della popolazione palestinese, contribuendo significativamente alla distruzione dell’integrità territoriale della Striscia di Gaza e della Cisgiordania.

 

 

All’interno degli insediamenti, dove non mancano acqua e corrente elettrica, sono immagazzinate ingenti scorte di armi, sotto la responsabilità degli ufficiali che vi abitano.

 

 

(fonti: Progetto Asili del Comune di Torino; AA VV, La nuova intifada, Marco Tropea editore)

 

Torna all’inizio

 

 

 

Mirna Abu Jbara - 11 anni - VI A

 

Torna all’inizio

 

 

 

Silina Bandal - 10 anni - V A

 

Torna all’inizio

 

 

 

 

Sail Mondel - 10 anni - V B

 

Torna all’inizio

 

 

 

 

Reda Ammar - 8 anni - III B

 

Torna all’inizio

 

 

Amira Nasser - 9 anni - IV B

 

Torna all’inizio

 

 

 

 

Virna Jaish - 8 anni - III A

Torna all’inizio

 

 

 

 

 

Boris Hanania - 10 anni - V B

Torna all’inizio

 

 

 

 

 

 

Zina Hamad - 8 anni - III B

 

Torna all’inizio